Archivio dell'autore: admin

Questione di design: l’importanza degli zerbini e la loro personalizzazione

Negli ultimi anni, è diventato sempre più importante ed indispensabile prendersi cura e fare attenzione non solo agli innumerevoli accessori sparsi all’interno del proprio ambiente domestico o lavorativo, ma anche a quelli collocati al di là della propria porta di ingresso, fra cui spiccano maggiormente gli zerbini, che risultano essere davvero essenziali per accogliere al meglio i propri ospiti o i propri clienti nella propria abitazione o nel proprio esercizio lavorativo, fornendo soprattutto informazioni o messaggi soggettivi e fondamentali, grazie alla possibilità di personalizzarli liberamente.

Perché è così importante possedere uno zerbino personalizzato?

In generale, lo zerbino rappresenta un accessorio necessario per evitare di sporcare il pavimento della propria abitazione o del proprio esercizio commerciale con le marcate impronte di scarpe bagnate e sporche, così da riuscire a mantenere accogliente, pulito e brillante il proprio ambiente domestico o lavorativo.

Difatti, gli zerbini possono risolvere il problema della pulizia di qualunque tipo di ambiente in modo pratico ed efficace, grazie alla presenza di setole dure e solide, che riescono ad intrappolare e a rimuovere lo sporco presente ed annidato nelle suole delle scarpe, riuscendole anche ad asciugare in caso queste risultassero bagnate e roride, grazie all’impiego di materiali e tessuti esterni molto robusti, idrorepellenti, ecologici, durevoli ed adatti a soddisfare appieno qualsiasi tipo di necessità.

Pertanto, il rispetto e l’attuazione di un ottimale sistema di zerbini da ingresso può conferire un notevole sostegno al miglioramente dell’aria interna e delle performance acustiche degli ambienti domestici e lavorativi, in modo tale da prevenire il consumo costante dei materiali che costituiscono la pavimentazione interna e risparmiare considerevolmente sui frequenti costi della pulizia e della manutenzione, riducendo e diminuendo perfino il rischio di incorrere a cadute e ad infortuni improvvisi.

Inoltre, oltre ad assolvere questa importante e semplice funzione, gli zerbini svolgono una fondamentale funzione pubblicitaria, promozionale e propagandistica per la propria attività lavorativa, in quanto possono essere personalizzati liberamente mediante la scelta e l’impostazione di caratteristiche essenziali per la buona riuscita del prodotto, come i materiali, le dimensioni, la tipologia e le stampe da effettuare sopra di esso.

Infatti, gli zerbini personalizzati godono di una molteplice finalità: da un lato possono sponsorizzare magistralmente la propria attività professionale, mentre dall’altro lato possono rendere migliore ed indimenticabile la celebrazione di eventi particolarmente importanti, come matrimoni e compleanni, rappresentando decisamente quel quid aggiuntivo, non indifferente ed in grado di particolareggiare al meglio la propria festa, lasciando impressi nelle menti degli invitati dei disegni e delle frasi molto divertenti ed originali.

In genere, gli zerbini su misura più richiesti e più venduti per le aziende e per le varie attività commerciali sono solitamente quelli realizzati mediante l’utilizzo della precisa ed efficiente tecnica dell’intarsio, che genera prodotti di elevata qualità ed accuratezza, grazie all’esclusivo impiego di materiali e colorazioni durevoli, certificati e dotati di un alto potere pulente.

Su queste tipologie di zerbini, è possibile far imprimere e realizzare le proprie vivaci personalizzazioni di stampo aziendale e professionale, come il logo, il nome, l’indirizzo, lo slogan e le credenziali aziendali e commerciali, che aiuteranno indubbiamente la propria o eventuale clientela a ricordarsi positivamente della propria attività professionale, creando e producendo di conseguenza un impatto visivo notevole e non indifferente per il proprio esercizio lavorativo e commerciale.

Come scegliere gli infissi in funzione dell’acquisto di una nuova casa

Scegliere i giusti infissi avendo acquistato una nuova casa è davvero importantissimo: i serramenti, infatti, influiscono in modo notevole sul comfort e sulla funzionalità di un immobile, oltre che sul relativo design.

Il fatto che un’abitazione sia arricchita con dei serramenti di qualità è un aspetto che influisce in modo significativo sul suo complessivo valore di mercato, e anche questo aspetto deve essere considerato, in un’ottica di eventuale investimento.

Merita di essere sottolineato, inoltre, il fatto che gli infissi influiscono in modo molto importante sull’efficienza energetica della casa: se si installano degli infissi di qualità, infatti, è possibile garantire all’immobile un buon livello di coibentazione termica.

Saper preservare al meglio le temperature interne della casa significa risparmiare in modo davvero considerevole nel lungo periodo: se gli infissi sono validi da questo punto di vista, infatti, si ridurranno in modo significativo sia i consumi legati al condizionamento, quindi i consumi riguardanti i mesi più caldi dell’anno, che i consumi relativi al riscaldamento, quindi ai mesi invernali ed autunnali.

Sono diversi, dunque, gli aspetti che devono essere considerati nel momento in cui si scelgono degli infissi: la capacità di isolamento termico è uno di questi, ma è necessario valutarne anche l’ergonomia, la maneggevolezza, e ovviamente la resistenza, soprattutto nel caso in cui la casa sia posizionata a pian terreno, o comunque qualora sia esposta al rischio di tentativi di furto.

Dei buoni serramenti, inoltre, devono essere longevi: gli infissi sono degli articoli tecnici che sono esposti costantemente agli agenti climatici, e se non si scelgono dei modelli di qualità vi è il concreto rischio che possano logorarsi.

Alla luce di quanto detto meritano sicuramente una menzione speciale gli infissi in PVC, un materiale che non a caso è molto impiegato per la realizzazione di serramenti.

Il PVC, noto anche come cloruro di polivinile, è un materiale che può essere lavorato molto facilmente a livello industriale, di conseguenza le aziende che producono infissi in PVC hanno modo di proporre prezzi competitivi senza che la qualità ne risenta.

Il PVC è un materiale robusto e resistente, dunque assolutamente adatto alla produzione di serramenti, e allo stesso tempo si tratta di un materiale che assicura un buon livello di isolamento termico.

Va sottolineato inoltre che il PVC non risente minimamente della costante esposizione agli agenti climatici, quindi questi particolari serramenti si conservano in maniera impeccabile nel corso degli anni, anche dal punto di vista cromatico.

Nel valutare i migliori infissi per la propria casa, ovviamente, anche l’estetica ha un peso notevole: le opportunità di scelta sono davvero tantissime, ed è un buon suggerimento quello di selezionare gli infissi per il proprio immobile non solo sulla base dei propri gusti personali, ma anche considerando l’Interior Design nel suo insieme e l’estetica delle facciate esterne dell’edificio.

Per garantirsi un risultato impeccabile, ovviamente, anche l’accuratezza dell’installazione degli infissi non deve essere lasciata al caso, e da questo punto di vista è indispensabile rivolgersi a un professionista esperto specializzato nella posa in opera di questi elementi tecnici.

Breve guida ai mutui green

La bioedilizia in Italia specie quella connessa al mondo del legno sta incontrando il favore di istituzioni e privati cittadini. Se da una parte tra i privati si sta diffondendo una maggiore sensibilità rispetto alle tematiche della sostenibilità e rispetto della natura, dall’altra si sta capendo come una casa in bioedilizia garantisca un ambiente abitativo più salubre che necessita di meno risorse energetiche per essere riscaldato e rinfrescato.
Costruire una casa green vuol dire ovviamente anche avere delle risorse monetarie da investirci. Insieme a Friul Wood House che si occupa di case in legno ad Udine, ispirate ai principi della bioedilizia, cercheremo di orientarci in merito.
Chi comincia ad informarsi sul mondo dei cosiddetti mutui green scoprirà che esistono differenti prodotti fondiari connessi alla bioedilizia, sia che stiate pensando di acquistare una casa, sia che stiate pensando di ristrutturare un vecchio edificio.
Tipicamente questi mutui sono erogati a condizioni molto vantaggiose sempre e solo se l’immobile in oggetti rispetti ben precisi standard di tipo energetico o faccia parte degli edifici a classe energetica A. Per questa ragione sarà necessario installare sistemi per il risparmio energetico e realizzare un ottima coibentazione dell’edificio.
Per chi stesse concretamente un mutuo per una casa in bioedilizia ecco qualche proposta.
Il Banco Popolare credendo molto al settore della bioedilizia ha creato “MutuoBioedilizia”, un mutuoi pensato specificatamente per chi vuole costruire una casa in bioedilizia usufruendo di condizioni vantaggiose. Il mutuo viene proposto a tasso fisso, variabile o variabile con opzione di passaggio a tasso fisso.
“MutuoBioedilizia” copre fino al 70% del valore dellimmobile o se minore del valore d’acquisto. In di 25 anni sono finanziabili fino a 350.000 euro. Per quanto riguarda le condizioni Mutuo BioEdilizia a tasso fisso lo spread è pari al 2,00%, per il Mutuo BioEdilizia a tasso variabile lo spread varia dall’1,70% all’1,85%.
Oltre a questa proposta abbiamo Editcredito di Banca Etica Adriatica, Mutuo Verde offerto da più banche tra cui la Banca del Credito Operativo, e Banca Etica che mette a disposizione sia mutui ipotecari che fondiari con diverse opzioni personalizzabili.

Il notaio serve, soprattutto nelle visure ipotecarie

Il nuovo decreto del Governo Renzi stabilisce che, per sbrigare le pratiche relative all’acquisto di un immobile, non sia necessario un notaio, ma basterebbe un incontro da un avvocato di fiducia delle parti.

 

La burocrazia si allenterebbe, mentre si ridurrebbero i costi relativi a documenti come le visure ipotecarie, almeno secondo le intenzioni del Governo. Durissima è stata però la replica dei notai. Non si tratta solo una posizione dovuta alla professione: i notai ritengono le loro parcelle più che eque, considerati i costi che gravano sul professionista.

 

Per redigere delle visure ipotecarie (oltre all’attenzione dovuta a documenti di valore legale), è necessario confrontare una serie di elementi inerenti all’immobile di proprietà. A questo si aggiungono i costi per le assicurazione obbligatorie per legge. Infine, tra i costi va aggiunta la voce “Agenzia delle Entrate”, che trattiene dal 2% al 12% del valore dell’immobile di riferimento.

 

Tutte queste pratiche venivano solitamente gestite dal notaio esperto: ora, con la nuova normativa, i cittadini potrebbero essere costretti a “far da sé”, con maggiori possibilità di errore rispetto a chi quelle pratiche le porta avanti tutti i giorni. Il lavoro del notaio non può quindi essere considerato una mera trascrizione.

 

Oltre alla responsabilità su tutti i documenti redatti, il notaio è l’unico che possa consigliare sulle pratiche relative alle visure ipotecarie e sugli strumenti migliori per essere in regola con il Fisco spendendo meno. La nuova normativa non terrebbe quindi conto delle difficoltà reali dei cittadini, ma si focalizzerebbe solo su un’apparente risparmio sulla parcella, che potrebbe costare caro in un secondo momento (con le cartelle pazze di Equitalia per documenti poco chiari).

 

Poco o nulla è stato fatto, invece, per tutte quelle tasse che sono indicate ancora tra le voci di spesa al momento di aggiornare le visure ipotecarie o nei passaggi di proprietà, alla firma del rogito.

 

Il consiglio è, quindi, rivolgersi sempre a un esperto quando si tratta di visure ipotecarie e di cercare di regolarizzare quanto prima qualsiasi pratica legata a un immobile di proprietà. Da questi documenti, infatti, dipendono tutti i tributi relativi alla proprietà immobiliare, prima fonte di gettito per gli enti locali e non solo.