Archivio della categoria: Richiesta mutui

Richiesta mutui: le richieste della banca

Pubblichiamo sull’annoso argomento richiesta mutui un intervento di Cristian leone di Buongiorno Mutui.

In un contesto economico come quello attuale spesso le scelte dei vari operatori sono dettate dalla paura e dall’incertezza. Paura che le scelte poste in essere non diano i risultati attesi, incertezza su un economia in lenta ripresa ma ancora lontana da livelli di produzione e di occupazione ottimale.

In un contesto economico come quello attuale spesso le scelte dei vari operatori sono dettate dalla paura e dall’incertezza. Paura che le scelte effettuate non diano i risultati attesi, incertezza su un economia in lenta ripresa ma ancora lontana da livelli di produzione e di occupazione soddisfacenti.

Se vediamo nel dettaglio quello che accade nel mondo dei mutui, ci rendiamo conto che le cose non sono molto differenti.

Spesso la paura domina le scelte sia delle banche che devono erogare il mutuo sia delle persone che lo devono richiedere per acquistare la casa dove vivere.

Ma cosa temono le banche ? Naturalmente la preoccupazione principale per la banca è che il mutuatario una volta concesso il finanziamento non paghi regolarmente o addirittura smetta di pagare le rate del mutuo. Questo spesso si traduce in politiche di credito molto rigide che precludono l’accesso al mutuo a persone che in realtà sono assolutamente solvibili.

Facciamo alcuni esempi di richiesta mutui:
– su alcune banche se un dipendente ( anche pubblico ) non ha 5 anni di anzianità lavorativa non può richiedere il mutuo.
– altre banche se il titolo di provenienza dell’immobile oggetto di garanzia è una compravendita tra parenti non finanziano la ristrutturazione.
– in altri casi ad incidere negativamente sulla richiesta può essere lo scoring sociologico; se un cliente ha buoni redditi ma un profilo sociologico considerato a rischio può vedersi rifiutare il mutuo.
Questi sono naturalmente dei casi limite ma sono un chiaro segnale del fatto che le banche temono ora più che mai di incorrere in clienti insolventi.

In questo modo a parere di chi scrive si perde un po’ la funzione della banca che dovrebbe essere quella di dare credito e ossigeno all’economia.

Questo naturalmente non vuole dire che si debba finanziare tutti indistintamente ( abbiamo visto i danni che questo tipo di approccio può provocare ) , ma probabilmente si dovrebbe esitare una pratica non in base a scoring o a politiche di credito a volte difficili da condividere ; bensì in base ad una valutazione della persona che si ha davanti e delle reali garanzie che ci può fornire.

Vediamo ora quali sono invece i timori di chi deve acquistare un immobile.

La prima paura è sicuramente legata alla concessione del mutuo. Molti decidono di rinunciare a richiedere il mutuo perché convinti di non poter essere finanziati; in questo caso sarebbe sufficiente richiedere una consulenza presso la propria banca oppure presso società che come la Buongiorno Mutui erogano questo servizio gratuitamente.

Sicuramente l’ansia maggiore per chi deve richiedere il mutuo è quella di non riuscire a pagare nel tempo le rate alla banca; è una paura assolutamente condivisibile, ma se facciamo bene i calcoli e facciamo delle scelte misurate e sostenibili questo rischio è davvero remoto.

Quando decidiamo l’acquisto di un immobile dobbiamo fare una scelta che ci consenta di richiedere un mutuo il cui pagamento delle rate sia comodo e non pesi eccessivamente sul bilancio familiare. Di solito per le banche la rata non deve superare il 30-40% del reddito netto disponibile. E’ bene però che sia lo stesso mutuatario a verificare se la rata risultante sia sostenibile per il suo tenore di vita; se in base alle aspettative future di reddito potrà pagare senza difficoltà.

Per avere maggiore tranquillità è possibile inoltre sottoscrivere delle polizze che ci tutelino in caso di infortunio, di malattia, nel caso di perdita del lavoro; sicuramente non mancano gli strumenti per fare un mutuo e dormire sogni tranquilli.

Se facciamo tutto nel migliore dei modi possiamo avere numerosi vantaggi dall’ acquisto di una casa.

I principali vantaggi sono di natura economica. Pagare l’affitto di un appartamento comporta un uscita costante di denaro pari o a volte maggiore della rata di un mutuo, viene da se che è decisamente meglio pagare il mutuo poiché in questo modo siamo proprietari della casa in cui viviamo ( casa che nel tempo vedrà crescere il suo valore ). Il prezzo pagato per l’affitto inoltre verrà adeguato nel tempo verso l’alto; la rata del mutuo no. Esistono numerose tipologie di mutuo in grado di garantire una rata costante.

Sul sito www.buongiornomutui.it è possibile richiedere una consulenza gratuita per capire quale mutuo possa essere più indicato.

In conclusione possiamo dire che se le banche svolgono al meglio il loro ruolo valutando positivamente chi è veramente meritevole di credito e se i mutuatari pongono in essere operazioni coerenti con le proprie capacità reddituali tutti avranno dei grandi vantaggi; la paura del mutuo è qualcosa di assolutamente ingiustificato.

Cristian leone
Buongiorno Mutui
www.buongiornomutui.it